Seguici su
Cerca

Dichiarare la nascita di un figlio

Ultima modifica 24 giugno 2022

Che cosa è e a che cosa serve:  
E’ la dichiarazione che dovete fare quando nasce vostro figlio.
Chi e come
Potete dichiarare la nascita di vostro figlio:
  • all’Ufficiale dello stato civile del Comune di residenza o del Comune dove è nato il bambino entro 10 giorni dalla nascita;
  • alla direzione sanitaria dell’ospedale o casa di cura in cui è avvenuta la nascita entro 3 giorni dalla nascita.
    Se siete sposati, venite all’ufficio Stato Civile con l’attestazione di nascita che vi consegna l’ospedale, e un documento di riconoscimento. Non servono testimoni. Può venire anche solo uno di voi. Il bambino prende il cognome del padre.

Se non siete sposati, venite entrambi, con l’attestazione di nascita e un documento di riconoscimento, e  farete anche il riconoscimento di vostro figlio. Non servono testimoni. Anche in questo caso il bambino prende il cognome del padre.
Se solo un genitore riconosce il figlio, il bambino prende il cognome del genitore che per primo lo riconosce.
Anche in questo caso non servono testimoni.
Quanto
La dichiarazione di nascita è gratuita.

Informazioni aggiuntive
Il riconoscimento può essere fatto solo dai genitori che hanno compiuto i sedici anni.
Il nome deve corrispondere al sesso (per es. no Andrea alle femmine, no Maria ai maschi). Può essere composto da più elementi, fino ad un massimo di 3 nomi e sarà indicato in tutti i documenti del bambino.
Codice fiscale: L’ufficio stato civile chiede all’Agenzia delle Entrate il codice fiscale del neonato e vi consegna una fotocopia del codice fiscale attribuito. Il Ministero delle Finanze invia all’indirizzo dei genitori la tessera sanitaria nazionale, che sostituisce il tesserino plastificato del codice fiscale per tutti i cittadini aventi diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale. La Tessera contiene, oltre ai dati anagrafici e assistenziali, anche il codice fiscale ed è valida per 1 anno. Per iscrivere il bambino al Servizio Sanitario Regionale dovete andare all’A.S.L. che iscrive il bambino, vi assegna il pediatra di base, e fa la richiesta per l’invio della Carta Regionale dei Servizi (tessera gialla). Anche questa viene spedita all’indirizzo dei genitori. Sia la tessera sanitaria nazionale, che la carta regionale dei servizi, contengono il codice fiscale e sostituiscono la vecchia tessera verde del codice fiscale.
Riferimenti normativi
DPR 396/00 Legge 218/95 Codice Civile 
Chi:  
Ufficio stato civile
Municipio, Piazza della Libertà n.1, Piano Terr
Quanto:  
Dichiarare la nascita di un figlio
Riferimenti normativi:  
Nessuno
Responsabile:  
Laura Daminelli