Seguici su
Cerca

Chiedere la cremazione

Ultima modifica 24 giugno 2022

Che cosa è e ahce cosa serve:  
E’ la domanda per la riduzione in cenere delle spoglie mortali di una persona appena deceduta, o sepolta in uno dei cimiteri di Dalmine.
Chi e come
Dovete presentare:
  1. copia autentica del testamento pubblico del defunto o copia autentica del testamento olografo pubblicato. Nel testamento il defunto deve aver dichiarato il desiderio di essere cremato
  2. se non c’è il testamento, certificato di iscrizione del defunto alla SO.CREM., convalidata dal presidente dell’associazione ;
  3. domanda di cremazione del coniuge o, in sua assenza, del parente più prossimo e, in presenza di più parenti dello stesso grado, della maggioranza assoluta (metà + 1).
    La richiesta di cremazione, fatta dai familiari oppure dall'Impresa di Onoranze Funebri da loro incaricata, deve essere firmata all’ufficio stato civile, insieme a:
  1. Il documento dove è indicata la volontà di cremazione.
  2. Certificato medico con indicata la morte per cause naturali, che il defunto non è portatore di pace-maker o che gli è stato tolto; in caso di morte improvvisa o sospetta occorre il nulla osta dell'Autorità Giudiziaria.
Quanto
La cremazione è a pagamento, gli importi possono aumentare ogni anno. Per informazioni più precise chiedete all’impresa di Onoranze Funebri
Tre marche da bollo da € 16,00 ciascuna.
Informazioni aggiuntive
La cremazione di cadaveri di persone morte prima del 28/10/1990 può avvenire solo su espressa volontà del defunto indicata nel testamento pubblico od olografo o perché iscritto alla SOCREM.
La cremazione può essere chiesta a Dalmine solo se il decesso è avvenuto a Dalmine oppure per defunti sepolti in uno dei cimiteri di Dalmine.
Il Comune di Dalmine non ha forno crematorio. La cremazione avviene principalmente al forno crematorio del Comune di Bergamo, ma può essere effettuata anche in forni crematori di altre province.
Le ceneri derivate dalla cremazione possono essere tenute in:
  • in ossario comune gratuitamente;
  • in ossario privato (stipula contratto di concessione cimiteriale) a pagamento secondo le vigenti tariffe;
  • in un loculo occupato da altra salma o in un ossario occupato da altri resti (a pagamento la rimozione della lapide).
  • disperse nei luoghi previsti dalla Legge e solo su espressa volontà del defunto (per esempio nel Giardino delle Rimembranze, presso il Cimitero Principale);
  • affidate e conservate dai familiari su espressa volontà del defunto o del coniuge o del parente più prossimo.
Riferimenti normativi
Legge 30 marzo 2001 n. 130
Legge Regionale 30 dicembre 2009 n. 33
D.P.R. 10 settembre 1990 n. 285
Regolamento Regione Lombardia n. 6 del 2004 
Articoli 62-64-101 del Regolamento dei Servizi Cimiteriali
Dove e chi
Ufficio Servizi Cimiteriali e Stato civile
Municipio, Piazza Libertà 1, Primo Piano
Claudia Cavalloni
Valter Ravera
Responsabile
Elisabetta Ruggieri
Chi:  
Ufficio stato civile
Municipio, Piazza della Libertà n.1, Piano Terra
Quanto :  
Chiedere la cremazione
Responsabile :  
Laura Daminelli