Seguici su
Cerca

Dalmine ‘Città Greppiana’  

Ultima modifica 14 giugno 2022

Dalmine ‘Città Greppiana’  
Dalmine, 29 ottobre 2012 – Martedì 30 ottobre 2012, alle ore 20.30, presso la Sala Consiglio del Palazzo Comunale di Dalmine, si terrà l’incontro pubblico per la definizione delle Regole per la “Dalmine Greppiana”. I cittadini sono invitati a partecipare per contribuire con eventuali osservazioni in merito al fine di un’approvazione definitiva del Regolamento.
La firma di Giovanni Greppi a Dalmine si ritrova su importanti opere come il Municipio, la chiesa, la fontana monumentale, i quartieri Garbagli e Leonardo da Vinci, il dopolavoro, la casa di riposo, il palazzo della direzione della Società Dalmine, la mensa operai: «Il P.G.T. (Piano Governo del Territorio) individua un ambito territoriale fortemente caratterizzato dalla presenza di edifici progettati da Giovanni Greppi, che costituiscono la matrice formale e fondativa del centro della città. Città che sarebbe sorta successivamente dall’unione dei Comuni di Mariano al Brembo, Sforzatica e Sabbio Bergamasco – spiega Fabio Facchinetti, Assessore all’Urbanistica - L’Amministrazione comunale ha così dato il via a un primo progetto di “ristrutturazione evolutiva” dell’architettura dell’inizio del XX secolo di Dalmine, con lo studio intitolato “Valorizzazione della città Greppiana” condotto della Facoltà d’Ingegneria dell’ateneo bergamasco, con l’obiettivo di far emergere i valori architettonici e ambientali degni di essere evidenziati e conservati, indicando nel contempo la procedura progettuale necessaria alla loro riconoscibilità, trasformazione, ma nel contempo permettere ai residenti di adeguarsi a standard abitativi più attuali».
Tutti i materiali riguardanti il progetto sono consultabili sul sito comunale: http://www.comune.dalmine.bg.it/Articoli/PGT/361-La-Citt--Greppiana.asp